Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Triennale in Storia

Presentazione del corso

Obiettivi formativi

Il Corso di Studio si propone di offrire agli studenti una formazione di carattere generale per accedere al Corso di Studio magistrale o per operare in vari ambiti del mondo del lavoro. Tale formazione consente di acquisire i requisiti basilari per il percorso conoscitivo previsto per l’insegnamento nella scuola secondaria. Il nucleo centrale del nuovo corso di studi è costituito dallo studio della realtà storica europea, dall’epoca romana all’età contemporanea, inserite nel più vasto contesto extra-europeo. La storia del passato e del presente è analizzata nelle sue dinamiche sociali, economiche, politiche, culturali, religiose e nelle relative dimensioni geografiche e antropologiche. Il principale obiettivo del corso è il conseguimento di un metodo di lavoro e di competenze culturali funzionali per una vasta gamma di impieghi lavorativi, nonché per una formazione personale libera e critica.  In considerazione dei fini didattici e professionali che il Corso di Studio triennale persegue, ogni studente dovrà acquisire un congruo numero di crediti nelle materie di studio pertinenti alla peculiare identità formativa del corso e nelle discipline geografiche, letterarie, antropologiche, filosofiche ovvero relative ad ambiti complementari.


Conoscenze richieste per l'accesso
Possesso del Diploma di Scuola secondaria superiore o titolo equipollente; buona cultura generale, segnatamente nell’ambito dei beni culturali; padronanza della lingua italiana sia orale che scritta; conoscenza di base di almeno una lingua straniera. La padronanza della lingua italiana sarà verificata attraverso il test non selettivo di autovalutazione e orientamento in ingresso (obbligatorio ma non interdittivo) comune a tutti i Corsi di Laurea della Facoltà; eventuali carenze dovranno essere colmate attraverso i corsi di sostegno a frequenza obbligatoria organizzati dalla Facoltà. Il Comitato per la didattica del Corso si riserva la possibilità di svolgere anche un colloquio individuale, non interdittivo, destinato ai soli studenti che intendano iscriversi al Corso di Laurea e volto ad accertare le competenze personali dello studente ed a favorirne l’orientamento. L’eventuale individuazione di carenze durante il colloquio comporterà anche la frequenza ad attività di recupero organizzate dal Corso di Laurea.


Sbocchi occupazionali

I laureati in storia di primo livello potranno svolgere compiti professionali presso imprese, enti e istituti pubblici e privati nel campo del recupero, valorizzazione, tutela e gestione dei beni storico-culturali, della promozione della cultura italiana (all'estero e in patria) e nei vari ambiti dell'industria culturale; presso centri di ricerca, enti pubblici e privati, amministrazioni locali, fondazioni, musei, biblioteche e archivi, nella conservazione di patrimoni di documentazione storica anche in formato elettronico, nella loro organizzazione, gestione e comunicazione; presso aziende e nel campo dell'editoria scolastica, giornalistica, multimediale e televisiva come autori, redattori e curatori con competenze in storia; presso enti locali e agenzie turistiche, impiegando le conoscenza acquisite per valorizzare tradizioni e identità locali.

 

Articolazione del CdS

Ogni insegnamento attivato dal CdL consta di uno o due moduli, corrispondenti a 30 o 60 ore di didattica, che consentono l'acquisizione di 6 o 12 cfu. La didattica si svolge secondo la tipologia delle lezioni frontali e delle attività seminariali. Il numero degli esami previsti è 19. La verifica del profitto individuale raggiunto dallo studente e il riconoscimento dei crediti maturati durante il corso sono effettuati al termine del periodo didattico in cui si è svolto l'insegnamento mediante esame orale ed eventualmente scritto sui contenuti del corso.

Articolazione insegnamenti

Nel Corso di studi triennale di Storia le modalità di erogazione degli insegnamenti compresi nel percorso formativo rispondono alle tipologie delle lezioni frontali, delle esercitazioni e delle attività seminariali. La didattica frontale comprende insegnamenti propedeutici e di ampio respiro, intesi come forma di introduzione alle materie specifiche di studio, che conferiscono 12 CFU, ed insegnamenti che conferiscono 6 cfu, alcuni dei quali hanno carattere generale, altri costituiscono approfondimenti di materie che già prevedono corsi propedeutici e che corrispondono alle discipline portanti del corso di laurea. I laboratori costituiscono opportunità di esercitazioni e di approfondimenti disciplinari e si configurano in attività seminariali nelle quali la dimensione partecipativa e collaborativa costituisce il connotato saliente. Il percorso formativo prevede 20 prove (una delle quali comprensiva dei 12 cfu delle attività D). Le modalità di verifica degli insegnamenti sono affidate a prove orali e/o scritte da sostenersi al termine del periodo didattico in cui l'insegnamento si è svolto.


Modalità di frequenza

Obbligatoria

Attività formative

L'attività formativa prevede lezioni frontali, attività seminariali, ricerche propedeutiche e laboratori al fine di acquisire conoscenze, competenze e abilità capaci di aprire al mondo del lavoro.

Esami di profitto

Durante tutto il percorso universitario le conoscenze apprese dallo studente verranno verificate attraverso esami di profitto scritti e orali.

Stages e tirocini

Il Corso di Studio organizza stages e tirocini presso Enti pubblici e privati. L’inserimento nel mondo del lavoro, con modalità operative e didattiche, consente esperienze importanti in vista di una futura occupazione, favorendo la creazione di contatti e lo sviluppo di competenze culturali e professionali.


Esperienze di studio all'estero
Gli studenti del Corso di Studio triennale in STORIA possono arricchire la propria formazione effettuando un periodo di studio all'estero presso un istituto di istruzione superiore di uno dei paesi partecipanti al programma Socrates/Erasmus (mobilità studenti per ragioni di studio) [attivo in Europa], o avvalendosi delle opportunità di mobilità consentite dagli accordi di collaborazione internazionale in vigore.


Prova finale di laurea
Per essere ammesso all'esame finale di laurea lo studente deve avere acquisito tutti i crediti previsti dall'ordinamento del proprio corso di laurea, ad eccezione di quelli dovuti per la prova finale, essere in regola con le tasse, ed essere in possesso del nulla-osta del relatore. Non possono essere presentate richieste di modifica del piano di studio contestualmente o posteriormente alla domanda di tesi. Lo studente, prima di presentare domanda di tesi, deve quindi accertarsi che il suo ultimo e definitivo piano di studi sia stato approvato.
La domanda di laurea può essere inoltrata solo se allo studente, oltre ai CFU relativi alla prova finale, rimangono ancora da acquisire non più di 12 CFU.
Se queste condizioni non sono rispettate, la domanda non viene presa in considerazione.
Svolgimento della prova finale: Le commissioni per la prova finale sono formate da almeno tre docenti della Facoltà per le lauree. La votazione è espressa in centodecimi. La prova finale, alla quale sono assegnati 12 CFU, consiste nella preparazione di un elaborato scritto in cui lo studente deve dar prova della sua preparazione complessiva: corredo concettuale, apprendimento della metodologia e del linguaggio della disciplina, capacità di rielaborare e organizzare il materiale necessario allo svolgimento dell'argomento proposto, proprietà di scrittura. La fisionomia e l’impegno della prova finale devono essere commisurati al numero di CFU effettivamente riconosciuti. Nell’elaborazione della prova finale è inclusa la dimostrazione della capacità di leggere e utilizzare documentazione o letteratura critica in lingua straniera. L’elaborato viene esposto e discusso dallo studente di fronte ad una commissione costituita da tre membri. Per il calcolo della media ponderata si intende la sommatoria del prodotto tra il voto di ciascun esame e il credito (i cfu) ad esso associato, diviso il totale dei crediti.
Non vengono prese in considerazione le lodi.


Accesso a studi successivi
Master di I livello e Laurea Magistrale.

 

 
ultimo aggiornamento: 20-Feb-2018
UniFI Scuola di Studi Umanistici e della Formazione Home Page

Inizio pagina